Tommaso Ferrari

Il capogruppo di Verona Civica in consiglio comunale interviene sulla cancellazione degli appuntamenti letterari della Fondazione San Zeno

All’indomani della decisione dell’amministrazione Sboarina di cancellare l’iniziativa “La Biblioteca vivente” promossa dalla Fondazione San Zeno all’interno del Tocatì, anche Tommaso Ferrari, capogruppo di Verona Civica, interviene sulla questione ricordando che una politica che vieta una manifestazione perché “contro la famiglia” tradisce una debolezza e una codardia di fondo.

Essere pro famiglia – si chiede Ferrari -vuol dire forse disprezzare le differenze? Significa sentirsi minacciati dal riconoscimento di altri modelli di vita e di amore? La famiglia è il primo nucleo della società dove germoglia l’educazione, il luogo dove si impara a rispettare le differenze e non a negarle. La vera educazione non mutila la realtà ma, con uno sguardo ampio e critico, la accoglie in tutte le sue variegate pieghe. Perché solo nel rispetto la nostra società può mantenersi”.