Pubblicato il bando per il trasporto pubblico locale che sarà diviso in due lotti. Pastorello: “Se arriva il parere dell’Autorità per il lotto unico, si virerà in corso d’opera”.

Sarà in due lotti, uno per il trasporto urbano e uno per quello extraurbano. Pubblicato oggi il tanto atteso bando per il trasporto pubblico locale al centro degli strali di politici e sindacati. Appena in tempo, prima che scadesse il termine del 31 dicembre e si perdessero i finanziamenti pubblici. La gara in due lotti non è una scelta ma si tratta di rispettare la legge ha ripetuto il presidente della provincia. E nulla esclude che si possa virare in corso d’opera al lotto unico, con il parere in questo senso dell’Autorità.

Sul bando sdoppiato erano insorti in tanti, primo fra tutti Michele Bertucco che non più tardi di ieri aveva sostenuto il presidente di AMT Francesco Barini, molto critico sulle responsabilità della Provincia. Il consigliere provinciale delegato ai trasporti, Matteo Pressi, che con un emendamento aveva cercato di scongiurare l’ipotesi dello spezzatino, chiarisce che nel bando c’è una misura per la tutela dei lavoratori. Ovvero l’obbligo di assunzione in capo all’azienda aggiudicataria di tutti i lavoratori che attualmente si occupano del trasporto pubblico all’interno di ATV.

 

GUARDA IL SERVIZIO DI TG VERONA NETWORK: