Se il 2016 si era chiuso con cifre da capogiro, quest’anno potrebbe andare ancora meglio. Peccato però che in molti siano solo di passaggio.

Festeggiano ancora Verona e il Veneto, anche il 2017 sembra essere un anno con i fiocchi. Non di neve, si intende, per quella bisognerà aspettare.

Aumenta ancora la presenza di turisti, sia in Regione che a Verona, già nel primo semestre di quest’anno. E se bisognerà aspettare la fine dell’anno per tirare le somme, superare i 18 milioni di arrivi e i 65 milioni di presenze del 2016, sarà impresa ardua. Per ora limitiamoci quindi al +4,5% degli arrivi e al +4,4% delle presenze, risultato più contenuto rispetto agli ottimi risultati ottenuti a Venezia con un +10% e Treviso con il suo bottino arricchito del 12%. Un destino un po’ sfortunato per la città di Romeo e Giulietta, in quanto gli arrivi sono solo una toccata fugace, una terra di passaggio per turisti che non abbracciano la nostra Verona per più di qualche giorno.

E sì che dal centro storico alla Valpolicella, le opportunità basta scovarle dietro all’angolo.

Guarda il servizio di Tv7 Verona Network

banner-gif
Articolo precedenteBiagio Conte, in missione per i poveri
Articolo successivoLina Chiaffoni, la mia vita tra UILDM e Telethon