Con il cuore da sempre votato al Napoli, Antonio Leone, proprietario di una pizzeria partenopea in pieno centro storico, ha appeso un cartello in vetrina come sua intima condanna ai fatti di domenica.

 

Ha tolto le sciarpe che drappeggiavano in vetrina la sua fede calcistica. Non certo per paura, Antonio Leone proprietario della pizzeria napoletana di via Zambelli ma perché, a volte, i messaggi più grandi nascono da gesti piccoli. Lui, con il cuore da sempre votato al Napoli, ha appeso un cartello come sua intima condanna ai fatti di domenica. Sarà perché conosce di persona Alan Ceruti, il proprietario del Caffè Oro Bianco violato dalla mano feroce degli utras partenopei domenica, sarà perché chi ama davvero il calcio non può che essere schifato dai suoi contorni deviati.

Intanto le indagini vanno avanti e i mezzi utilizzati per la spedizione punitiva, entrati in ZTL poco dopo le 13 di domenica, sono stati individuati. Sarò soddisfatto quando mi diranno che hanno identificato i responsabili di questo oltraggio fatto alla nostra città, ha chiarito in queste ore il sindaco Sboarina.

 

GUARDA IL SERVIZIO DI TV7 VERONA NETWORK: