prefettura

Conferenza di fine anno questa mattina in Prefettura a Verona. Ospiti i principali referenti istituzionali e delle forze dell’Ordine. Calano i reati, quasi 5 mila in meno rispetto all’anno scorso, ma aumentano le rapine in abitazione e i reati legati al traffico di stupefacenti.

27.918 i reati commessi a Verona e provincia da gennaio a novembre 2017. Cinquemila in meno rispetto allo stesso periodo del 2016 in cui si toccò quota 33 mila. È questo il dato principale emerso dalla conferenza stampa di fine anno che si è tenuta questa mattina nella sede della Prefettura di Verona e alla quale hanno partecipato tutti i principali referenti istituzionali e di sicurezza di Verona: dal prefetto Salvatore Mulas al sindaco di Verona Federico Sboarina, dal comandante provinciale dell’Arma Ettore Bramato a quello della Guardia di Finanza Pietro Bianchi, dal comandante dei vigili del fuoco Michele De Vincentis al nuovo questore Ivana Petricca.

In calo anche i furti commessi in tutta la provincia: nel 2017 sono stati 15.414 contro i 19.082 dell’anno scorso. Anche il numero assoluto di rapine è diminuito, dai 323 del 2016, si arriva alle 287 fino al 30 novembre, ma crescono quelle in abitazione, 47 contro le 30 dell’anno scorso.

GUARDA IL SERVIZIO DI TV7 VERONA NETWORK

banner-gif
Articolo precedenteMelotti: domenica, per Bosco, sarà un momento storico
Articolo successivoAndiamo in bar diversi ma abbiamo tutti sete di qualcosa
Direttore Responsabile