Tanta era la trepidazione e l’attesa, dopo un anno di stop, per l’edizione di Verona in Love 2022, un evento particolarmente sentito in città per l’energia che trasmette durante i giorni che celebrano la festa degli innamorati. Un periodo che Verona vive con intensità grazie all’immortale racconto di William Shakespeare, che l’ha consacrata come città dell’Amore.

Le condizioni attuali pandemiche tuttavia, non permettono di proporre l’evento in tutta la sua interezza ed è per questo che, da venerdì 11 a lunedì 14 febbraio, si vivrà in totale sicurezza l’evento “Aspettando Verona in Love 2023”, con speciali visite nei musei cittadini e visite guidate a tema, anche teatrale, nei luoghi simbolo della città. Un clima romantico che si respirerà comunque già per le vie cittadine con l’illuminazione di rosso dei monumenti simbolo di Verona.

Si andrà alla scoperta delle opere ad acquerello di Licisco Magagnato al Museo di Castelvecchio, con due speciali visite guidate il sabato e la domenica alle 16.30 e si ritroverà il famoso autore anche nella proposta della GAM che, negli stessi giorni, alle 11.30, offrirà al pubblico un’indagine sulle origini della nascita del museo, con la mostra “Passioni e visioni. Percorsi dalla storia della Galleria d’Arte Moderna Achille Forti”. Si passerà poi al Museo Archeologico al Teatro Romano che, con “Vasi Antichi”, valorizzerà la propria inedita collezione di preziose ceramiche proponendo due visite sabato e domenica alle 15. Protagonista anche la Biblioteca Civica con la mostra “Anche questo è amore”, in esposizione dall’11 al 26 febbraio nella Promoteca, progetto di iPicky Academy di Luciano Perbellini e curata da Monika Bulaj. In Sala Farinati invece venerdì 11 febbraio alle 11 il concorso di poesia promosso da Fidas “Una carezza in un verso” e dal 10 al 14 febbraio, il ciclo di film “Ricette d’amore”.

Forte spinta anche in ambito teatrale con Casa Shakespeare che, oltre a proporre nei propri spazi il successo “Romeo & Juliet”, collaborerà con i musei per due particolarissime visite guidate interattive al Museo di Storia Naturale e al Museo degli Affreschi, con attori della compagnia che impersoneranno guide storiche d’eccezione. Al Camploy in scena, sabato 12 alle 20.45 “In nome del padre”, interamente scritto e diretto da Mario Perrotta, un’indagine sull’evoluzione della figura paterna. L’amore per il teatro si potrà vivere poi anche al Teatro Modus con più repliche de “La molto breve e lamentevole storia d’amore di Romeo e Giulietta” o allo Spazio Archivio Teatro Scientifico/Teatro Laboratorio con “L’amore nell’opera di Simone Butturini”. Debutto inoltre per il nuovo spettacolo della compagnia La Graticcia al teatro Gresner con l’inedito “Tu Lei Lui”.

Numerose anche le proposte di itinerari tematici per la città che Assoguide propone partendo dal mito di Giulietta e Romeo. Tra le più particolari: “La visita teatralizzata con Giulietta e Romeo” prevista per venerdì 11 e sabato 12 alle 15.30, in collaborazione con alcuni attori di Casa Shakespeare, ma anche un’inedita “Visita guidata alla Casa di Giulietta e alla Tomba”, così come una “Passeggiata Panorami d’Amore”, sulle colline di Verona. In esclusiva, lunedì 14, visita al Club di Giulietta per celebrare il giorno di San Valentino.

Il clima d’amore si respirerà anche in alcuni dei Ristoranti Tipici di Verona che proporranno speciali piatti o menù a tema. Non mancherà poi la parte di intrattenimento con il “Premio Arte d’Amore” che, giunto alla sua terza edizione, celebrerà la miglior canzone in tema proposta da giovani cantautori o con l’iniziativa “Pattini d’Amore”, che vedrà per tutto il mese di febbraio, fino al 14, una pista di pattinaggio nella vasca dell’Arsenale per vivere magici e romantici momenti.

banner-gif
Articolo precedenteBorgo Roma, presentato il progetto “La Fabbrica del Quartiere”
Articolo successivoRadio Esercito approda sul web