Imprese, istituzioni, enti: sono loro le colonne portanti di Verona Network, un gruppo editoriale nato per “stare” dentro il territorio, dando voce a tutte le sue anime. Ieri il primo incontro del 2019 con tutti i soci. 

Da Fondazione Cattolica ad Archeonaute Onlus, passando per la Diocesi, Apindustria, Verona Stone District e via così. Sono 62 le anime che compongono l’universo di Verona Network. Una rete trasversale nata per promuovere dialoghi sinergici tra aziende, istituizioni, Terzo settore, enti. Dal 2015, ogni anno con una decina di workshop tematici, Verona Network funge da catalizzatore per tutti i soggetti aderenti. Crea occasioni di incontro sui temi della città: dal comparto agroalimentare alla sicurezza passando per la solidarietà, la cultura e la finanza. Il suo obiettivo, immutato negli anni ma evoluto nella formula, è fornire l’architettura da cui partire per costruire future quanto inedite progettualità.

Ieri, all’assemblea con i soci,  presso la sede veronese del Gruppo Editoriale, che raccoglie al suo interno diverse realtà (la rivista mensile Pantheon, il quotidiano multimediale Daily, l’emittente radiotelevisiva Radio Adige, e la piattaforma web Verona Network Tv) si è parlato di futuro e di tutti gli appuntamenti che, insieme, lo costelleranno.