Quasi nella Top 10: Verona si posiziona 13esima nella classifica nazionale stilata dal quotidiano “Il Sole e 24 ore” dedicata alla vivibilità delle città italiane. Una ripresa di 12 posizioni che segnano il netto miglioramento della città scaligera soprattutto sul fronte dell’ambiente, della sicurezza e dell’ambiente. Un grande risultato che mette d’accordo i cittadini di Verona e il loro sindaco: “Una posizione probabilmente mai raggiunta prima”.

Dopo la pubblicazione della classifica nazionale, che vede Verona recuperare 12 posizioni e assicurarsi un posto tra le prime 20 città italiane per qualità della vita, abbiamo deciso di parlare con i cittadini e l’amministrazione della città per confrontarci su questo nuovo risultato.

Il tredicesimo posto, ma soprattutto il miglioramento di 12 posizioni – ha commentato il sindaco Sboarinaè motivo di orgoglio, non solo per me ma per tutti i cittadini veronesi. Alcuni indicatori sono particolarmente rilevanti: siamo migliorati sulla cultura e sugli spettacoli; siamo primi addirittura a livello nazionale sullo sbigliettamento degli spettacoli, siamo migliorati tantissimo sulla sicurezza. Tra le medio-grandi città al di sopra dei 250mila abitanti siamo praticamente la prima città”.

Un parere che trova d’accordo anche diversi cittadini che vedono tra i punti di forza della città proprio l’offerta culturale e ludica e la sicurezza.

Ma quali sono i parametri secondo cui è stata stilata la classifica nazionale? Per inquadrare il benessere delle diverse città italiane sono stati selezionati 42 indicatori suddivisi in sei macro- aree: “Ricchezza e consumi”, “Ambiente e servizi”, “Affari e lavoro”, “Demografia e società”, “Giustizia e sicurezza” e infine “Cultura e tempo libero”.

A vincere il premio come città più vivibile d’Italia il capoluogo lombardo, la città delle Madonnina. Un risultato aspettato per 29 anni che dimostra che migliorare è possibile e che anche Verona, con il giusto impegno, come sottolinea uno dei cittadini intervistati, potrà raggiungere il medesimo titolo.

Articolo precedenteUn professore sta riscrivendo la biografia di Dante
Articolo successivo“Attraverserò il lago a nuoto da Riva a Peschiera”