Il 3 e il 4 dicembre il quartiere fieristico di Sant’Ambrogio di Valpolicella ospiterà la settima edizione di Vivi Vintage, la più grande manifestazione sul nostro territorio dedicata al settore: oltre 50 espositori, ma anche uno spazio per bambini e, novità del 2016, una gara di barbe.

Giusto in tempo per fare il pieno di originali e creativi regali di Natale, arriva la settima edizione della fiera Vivi Vintage, la più grande manifestazione del settore che da anni porta il meglio della moda d’altri tempi  a Sant’Ambrogio di Valpolicella: il 3 e il 4 dicembre il quartiere fieristico del Comune si riempirà di abiti e bijoux, occhiali, giradischi e vinili, riviste e giornali, quadri d’epoca e molto altro.

Circa 50 espositori, in crescita costante rispetto alle precedenti edizioni, riempiranno di creatività gli oltre 3mila metri  quadrati dedicati all’esposizione, a cui quest’anno faranno da contorno tanti eventi, sfide a premi a tema vintage, laboratori didattici e live show per un programma che promette di accontentare grandi e piccini.

«Vivi Vintage è ormai diventato un appuntamento consolidato sul territorio veronese – ha dichiarato Alessio Priante, responsabile eventi dell’agenzia Elko Snc – in questi sette anni siamo riusciti a costruirci un pubblico attento e fedele, che ci segue con rinnovato interesse in tutta la provincia. Un traguardo raggiunto grazie alla preziosa partnership con i due Comuni di Verona che, di volta in volta, ci ospitano: Sant’Ambrogio di Valpolicella e Peschiera del Garda. E grazie all’impegno profuso nel mettere a punto, ad ogni edizione, formule sempre nuove per stupire e divertire gli appassionati dello stile vintage. Credo sia proprio questo l’ingrediente che ci permette di crescere, anno dopo anno: in termini di visite, di espositori e, dunque, di spazio fieristico. Va in questa direzione di rinnovamento la scelta di debuttare in un periodo inedito per le manifestazioni di questo tipo, e con un’edizione speciale, dedicata al Natale. Ma il nostro obiettivo è quello di ampliare l’offerta turistica invernale della Valpolicella, che potrà così intercettare l’interesse di chi arriva nel Veronese per le vacanze natalizie. Il tema scelto ha portato con sé diverse novità per la Vivi Vintage, a partire dall’allestimento di una nuova area interamente riservata a famiglie e bambini, che trascorreranno un anticipo di festività tra giochi, laboratori e spettacoli didattici dedicati a loro. Per il giovane pubblico, invece, quest’anno abbiamo pensato ad un programma che strizza l‘occhio alla tendenza del beard style: da un palcoscenico trasformato in barber shop, una decina di ragazzi si sfideranno a colpi di barba all’ultima moda».

Aribo, lo spazio per i bambini

Spazio anche per i più piccoli, in questa settima edizione di Vivi Vintage, con ben quattro aree gioco, gestite da una équipe di animatori, che l’Associazione Culturale Archeonaute Onlus ha pensato all’interno della fiera con il progetto Aribo: un omaggio al gioco della tradizione popolare, inteso come strumento di aggregazione e dialogo tra generazioni. Fantasia e creatività prendono forma, per esempio, nel laboratorio Spazio Lab nel quale i partecipanti possono creare, con le proprie mani, giocattoli quali il “furlon” (sabato dalle 10 alle 12) e il “bilboquet” (sabato dalle 14 alle 16); le cerbottane (domenica dalle 10 alle 12) e l’oracolo cinese (domenica dalle 14 alle 16).

L’area “Expo Giochi” (accessibile negli orari 9.30-12.30 e 13.30-17.30) presenta un’esposizione panoramica di divertimenti d’altri tempi, quando la tecnologia e l’elettronica non avevano ancora preso il sopravvento su cuscinetti a sfera, materiali di recupero come carta, legno, latta. Negli stessi orari è aperto lo “Spazio Gioco” con tredici postazioni di giocattoli in legno auto-costruiti nelle quali i bambini possono cimentarsi in sfide a birilli, rana, anelli, labirinto, campana e altro ancora. Il gioco è infine racconto di esperienze, per questo quattro momenti del fine settimana (sabato e domenica dalle 10.30 alle 11.30 e dalle 15 alle 16) sono riservati ad approfondimenti su tematiche quali le civiltà antiche e le attività ludiche, i giocatori nell’antica Roma, il passaggio dalle figurine alla Playstation e i giochi che accomunano diverse generazioni.

“Beauty Shave”, la sfida “barbarica”

Vera novità dell’edizione 2016 è la “Beauty Shave”, inedita gara di beard style, che vedrà sfidarsi, a colpi di barbe e pizzetti, 10 partecipanti. Condotta dal giornalista di Telearena Gigi Vesentini, la competizione prevede giochi di acconciatura, domande a quiz, prove di ballo e canto. Sarà il pubblico a decretare le migliori “barbe”, per cui in palio ci sono biglietti omaggio per Aquardens, Parco Sigurtà e per una giornata-evento in montagna.

La fiera

Il Novecento in chicchi per rivivere uno spaccato di storia sociale, di inventiva e design nelle macchine da caffè per la casa: la collezione privata di Davide Zambelli non è l’unico atteso ritorno al Vivi Vintage. Anche questa edizione vedrà all’opera parrucchieri e truccatori professionisti a disposizione del pubblico per personalizzare ogni look in stile vintage.

Un Trucco&Parrucco da sfoggiare durante gli spettacoli di ballo, in collaborazione con la scuola Blue Energy Rock, i cui ballerini daranno dimostrazione di balli in voga negli anni ’50 e ’60, dal boogie al twist, fino al tip tap, ed insegneranno i movimenti base di ogni danza coinvolgendo direttamente i presenti. Tornerà l’artista bresciana Paola De Carlo, in arte RedEve, esperta di Hoop Dance, la disciplina nata dall’incrocio tra Hula Hoop, danza e giocoleria che la ragazza, di professione ingegnere aerospaziale, ha scoperto per caso su Youtube e alla quale ora si dedica per dare vita a spettacoli travolgenti.

Aperivintage & Food

Torna infine, in collaborazione con il Wellness Cafè di Sant’Ambrogio, l’AperitiVintage: appuntamento con sottofondo musicale allestito presso l’area bar all’interno della fiera, sabato e domenica, dalle 17. E chi vuole placare la fame, potrà scegliere tra il cibo della tradizione gastronomica veronese ed alcuni Food Truck, i ristoranti itineranti sulle ruote di api, roulotte e camioncini d’epoca in rigoroso stile vintage che proporranno prelibate specialità per ogni gusto e tasca.

 

Il programma completo:

Sabato 3 dicembre

10.30 – 11.30: workshop giochi antichi curato dall’Associazione Archeonaute Onlus

11.30 – 12.00: esibizione di Hoop Dance con Paola De Carlo

14.00 – 14.30: esibizione di Hoop Dance con Paola De Carlo

15.00 – 16.00: workshop giochi antichi curato dall’Associazione Archeonaute Onlus

16.00 – 17.30: esibizione di balli vintage con Blue Energy Rock

17.30 – 19.00: Beauty Shave con Gigi Vesentini

20.00 – 21.30: AperitiVintage con Band Live “Spazio Maranza”: cinque musicisti che sapranno coinvolgere il pubblico grazie ad un repertorio che alterna il mitico bit italiano anni ’60, ’70 e ’80 ad incursioni nella dance music internazionale

21.30 – 24.00: Dj Set Saturday Night Fever Marco Finelli Dj – Francesco Mantovanelli

Domenica 4 dicembre

10.30 – 11.30: workshop giochi antichi curato dall’Associazione Archeonaute Onlus

11.30 – 12.00: esibizione di Hoop Dance con Paola De Carlo

14.00 – 14.30: esibizione di Hoop Dance con Paola De Carlo

15.00 – 16.00: workshop giochi antichi curato dall’Associazione Archeonaute Onlus

16.00 – 18.00: esibizione di balli vintage con Blue Energy Rock

18.00 – 20.30: AperitiVintage con Band Live “Danny and the Marlins”: cinque musicisti ed una voce inglese, quella di Daniel Charles Tweedie, che tra Verona e Londra reinterpretano il miglior Rock’n’Roll degli ultimi decenni