Home Cultura Università di Verona, presentata stamattina la nuova offerta formativa

Università di Verona, presentata stamattina la nuova offerta formativa

0
Università di Verona, presentata stamattina la nuova offerta formativa

L’offerta formativa dell’ateneo di Verona per il nuovo anno accademico è stata presentata questa mattina, martedì 16 luglio, dal prorettore Carlo Combi, insieme a Tiziana Franco, delegata del rettore alla Didattica, e Giorgio Gosetti, delegato del rettore al Diritto allo studio e alle politiche per gli studenti.

Tra le novità, l’accesso programmato a tutti i corsi di laurea triennale e di laurea magistrale a ciclo unico. L’obiettivo è di garantire didattica e servizi di qualità in strutture accoglienti e a misura di studente.

L’offerta formativa si arricchisce di una nuova laurea magistrale in Biotecnologie per le biorisorse e lo sviluppo ecosostenibile. Il corso offre una preparazione avanzata nel campo delle biotecnologie industriali, con specifica preparazione negli ambiti di valorizzazione delle risorse biologiche.

Per stare al passo con l’universo del digitale, a partire dal prossimo anno accademico, all’interno del corso di laurea in Lingue e letterature per l’editoria e i media digitali, verrà inaugurato un curriculum innovativo dedicato alle Digital Humanities, vale a dire l’applicazione, ormai imprescindibile, di tecnologie e metodologie informatiche alle varie discipline umanistiche – nello specifico le lingue straniere, le letterature straniere e la filologia. Il corso potrà accogliere un massimo di 50 studenti, che verranno coinvolti in attività sperimentali svolte in nuovi spazi (come ad esempio l’aula digitale) allestiti nel dipartimento di Lingue e Letterature straniere.

Questi i corsi di laurea magistrale internazionali erogati in lingua straniera: in inglese “Economics”, “International economics and business management”, “Linguistics”,  “Molecular and medical biotechnology”, “Medical bioinformatics” e “Mathematics”; a questi si aggiunge “Comparative European and non-European languages and literatures” in inglese, francese, tedesco, spagnolo e russo, che prevede anche il rilascio del doppio titolo italo-spagnolo grazie alla collaborazione con l’Universidade da Coruña.

Il doppio titolo è, inoltre, previsto per “Tradizione e interpretazione dei testi letterari”, attivato in collaborazione con l’università tedesca di Augsburg, “Scienze storiche”, in collaborazione con l’università tedesca di Dresda, “Quaternario, preistoria e archeologia”, con sede amministrativa a Ferrara, e “Viticoltura enologia e mercati vitivinicoli” con sede amministrativa a Udine.

Anche per l’a.a. 2019/20 gli iscritti a “Lingue e culture per il turismo e il commercio internazionale” potranno studiare il cinese come lingua curriculare. Tutti gli studenti possono, poi, frequentare corsi per apprendere e perfezionare lingue di consolidata tradizione in ateneo, come inglese, francese, tedesco, spagnolo e russo. Inoltre, da alcuni anni vengono offerti corsi di altre lingue che gli studenti possono seguire come insegnamenti a scelta. A queste si aggiungono altre opportunità di internazionalizzazione come i programmi Erasmus e Worldwide Study per oltre 350 accordi stipulati con università internazionali.

Corsi ad accesso programmato

Le iscrizioni per i corsi ad accesso programmato si apriranno il 17 luglio e resteranno aperte fino al 21 agosto, mentre per i corsi ad accesso libero e le lauree magistrali resteranno aperti fino al 15 ottobre.

Per la prova unica nazionale di Medicina e chirurgia e Odontoiatria e protesi dentaria, le iscrizioni su Universitaly saranno attive dal 3 luglio fino alle 15 del 25 luglio. I candidati che indicheranno Verona come prima scelta, dovranno effettuare anche l’iscrizione al concorso su Esse3 entro il 30 luglio.

Sono invece già aperte le iscrizioni ai corsi di Economia, Giurisprudenza e Scienze e ingegneria.

Servizi di orientamento

I servizi e le attività di orientamento sono pensati per fornire alle future matricole gli strumenti e le informazioni per una scelta consapevole del corso di studio universitario.

Saranno riproposti anche quest’anno i corsi di preparazione ai test di ammissione ai corsi di studio a numero programmato ai quali si sono aggiunti i “corsi zero“, che avevano l’obiettivo di colmare eventuali carenze disciplinari e possono considerarsi di fatto propedeutici ai corsi di preparazione stessi. Continua il counsellingdi orientamento universitario in ingresso, per studenti delle scuole superiori che devono ancora scegliere il corso di studio e per tutti coloro che intendono iniziare o riprendere un percorso di formazione. A questo si aggiunge anche il counselling in itinere di orientamento universitario a supporto degli studenti iscritti all’ateneo veronese che si trovano in un momento di difficoltà o di ripensamento.

Dal 15 luglio al 13 settembre inoltre, dal lunedì al venerdì, dalle 9.30 alle 13.30, nel chiostro di via San Francesco, sarà allestito il servizio accoglienza studenti dove studenti tutor del nostro all’ateneo, saranno a disposizione per fornire informazioni e indicazioni su offerta formativa, servizi agli studenti e procedure per l’immatricolazione e per dare supporto alle nuove matricole. Già attivo, a partire da lunedì 1 luglio e fino al 16 ottobre, il numero unico immatricolazioni. Chiamando lo 0458028000, dal lunedì al venerdì, dalle 9 alle 14, si potranno avere informazioni riguardanti le iscrizioni e le procedure di immatricolazione.

Per conoscere strutture e uffici dell’ateneo sono, inoltre, in programma visite guidate durante l’estate. Sono previsti infine per le matricole momenti di orientamento, informazione e accoglienza con l’obiettivo di dare loro il benvenuto e fornire una serie di indicazioni pratiche in merito alla vita universitaria. Quest’anno il Welcome day matricole sarà il 9 ottobre.

Inclusione e accessibilità 

L’ateneo supporta gli studenti con disabilità o DSA al momento dell’iscrizione all’Università e durante tutto il percorso di studi, con l’obiettivo di individuare e progettare i sostegni necessari per svolgere in modo efficace le attività didattiche. L’università veronese ha scelto di promuovere una cultura inclusiva, valorizzando l’eterogeneità e i punti di forza di ogni persona e investendo nella formazione superiore di ognuno tramite risorse e supporti diversificati.

Il Servizio inclusione e accessibilità offre una serie di attività di supporto alle studentesse e agli studenti per rendere il loro percorso di formazione il più efficace possibile, tramite l’accompagnamento nelle attività propedeutiche allo svolgimento delle lezioni, l’assistenza relativa alla stesura del piano degli studi e alla scelta della tesi di laurea. È possibile rivolgersi al Servizio anche per ottenere informazioni relative alle attività formative (data, orario e luogo delle lezioni e degli esami di profitto, programmi da seguire per sostenere le prove d’esame e sui relativi testi) e ai docenti (CV e orario di ricevimento). Il servizio di supporto assiste le studentesse e gli studenti dal momento dell’immatricolazione sino al conseguimento del titolo di studio.

Tutte le facilitazioni previste dal Servizio inclusione e accessibilità sono consultabili nella Carta dei servizi.

Dopo la laurea

L’offerta formativa dell’ateneo scaligero si completa con oltre 60 proposte tra master, corsi di perfezionamento e aggiornamento professionale che permettono, da una parte, al neolaureato di prepararsi al meglio per entrare nel mondo del lavoro e, dall’altra, ai professionisti di specializzarsi e rimanere sempre aggiornati nella propria attività. Accanto ai master e ai corsi di perfezionamento consolidati, si sommano nuove proposte: 11 per i master e 9 per i corsi di perfezionamento. A questa offerta si aggiungeranno i corsi di aggiornamento erogati nel primo e secondo semestre che verranno approvati nei prossimi mesi dalla commissione post laurea con un iter semplificato.

Nell’ambito dei corsi successivi alla laurea si annoverano anche le attività di interesse per chi voglia intraprendere la carriera dell’insegnamento: si tratta dei corsi diretti alla formazione degli insegnanti. Si segnalano in particolare i corsi per l’acquisizione dei 24 CFU in ambito antropo-psico-pedagogico e nelle metodologie e tecnologie didattiche che consentono – unitamente alla laurea magistrale o specialistica – di partecipare ai concorsi ministeriali per l’accesso al ruolo di insegnante di scuola secondaria di primo e secondo grado e ai concorsi di ammissione per i corsi di specializzazione per il sostegno, attivati anche questi ultimi all’ateneo di Verona.  Inoltre da quest’anno è stato istituito anche il corso per la qualifica di educatore socio-pedagogico, che consente a chi non è in possesso della laurea specifica, di regolarizzare la propria posizione professionale, come previsto dalla normativa.

A completare il post laurea ci sono oltre 30 scuole di specializzazione per l’area medica, una per le professioni legali nonché 15 corsi di dottorato di ricerca.